Manchester United: prende forma il "giocattolo" di José Mourinho

I Red Devils hanno vinto 9 partite di fila per la prima volta dal 2009. Lo Special One sembra aver finalmente trovato il giusto equilibrio.

José Mourinho

1002 condivisioni 0 commenti 4 stelle

di

Share

Il Manchester United, l'azzardo Ibrahimovic, l'esagerazione Paul Pogba, la scommessa Bailly: José Mourinho la scorsa estate ha dato via a una nuova ed entusiasmante avventura sulla panchina del club più titolato d'Inghilterra, e allo stesso tempo ha rimesso in discussione se stesso, dopo le critiche ricevute per l'ultima parte della sua gestione al Chelsea. 

Dopo un difficile inizio, che ha visto i Red Devils scivolare fino a 15 punti dalla vetta della classifica e rischiare l'eliminazione dal girone di Europa League, il portoghese sembrava non essere in grado di aggregare lo spogliatoio, composto da campioni di livello assoluto e secondo i media inglesi, troppo spesso in contrasto tra loro. Il peso sulle spalle di Pogba che ad ogni errore gli veniva rimarcato il fatto di essere il giocatore più pagato della storia del calcio, i dubbi su Ibrahimovic, considerato troppo "vecchio" per un campionato così fisico come la Premier League, la difficile gestione di Mkhitaryan, il rapporto con SchweinsteigerMourinho aveva gli occhi addosso in ogni momento della giornata. 

Con il passare delle settimane però, lo Special One ha ritrovato l'equilibrio giusto, è riuscito a dare continuità ai risultati e ora guida i suoi verso un promettente finale di stagione: la risalita in campionato ha portato lo United a soli 3 punti dalla zona Champions League e a 10 punti dalla vetta, in Coppa di Lega il 2-0 nell'andata delle semifinali contro l'Hull City sembra essere di buon auspicio per il match di ritorno e un possibile approdo a Wembley, mentre in Europa il passaggio del turno ha riservato ai Red Devils la sfida contro il Saint Etienne nei sedicesimi di finale. Se a questo aggiungiamo il nettissimo 4-0 inflitto al Reading in FA Cup, sono diventate 9 le vittorie consecutive, un risultato che dalle parti di Old Trafford non si vedeva da ben 8 anni. 

Mourinho però, non può permettersi distrazione e deve assolutamente mantenere alta la concentrazione all'interno dello spogliatoio: domenica alle 17.00, a Old Trafford, arriva il Liverpool di Jurgen Klopp in quello che rappresenta il primo scontro diretto del 2017. Il portoghese intende sovvertire l'andamento negli scontri diretti della sua squadra che in questa stagione è stata in grado di battere solamente il Tottenham, e continuare la striscia di vittorie consecutive vincendo il derby d'Inghilterra. 

Share

Vota

Commenta

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Leggi di più.