Osasuna-Valencia 3-3: Parejo spreca il match point, Clerc pareggia al 92'

L'Osasuna trova il 3-3 in pieno recupero grazie al gol di Clerc, poco prima Parejo sbaglia il rigore del possibile 4-2. Il Valencia resta a +1 sulla zona retrocessione.

643 condivisioni 0 commenti 0 stelle

di

Share

L’Osasuna arrivava da sei sconfitte di fila in Liga, il Valencia a secco di vittorie dal 22 settembre scorso contro l'Alaves (2-1). È finita in pareggio, uno spettacolare pareggio. I padroni di casa riacciuffano negli ultimi minuti una partita in cui avevano sempre inseguito gli avversari. La squadra affidata a Voro - dopo le dimissioni di Prandelli - si porta in vantaggio dopo appena due minuti con Munir. Il pareggio è opera di Oriol Riera, che però sul finire del primo tempo mette il pallone nella propria porta riportando il Valencia avanti. Nella ripresa la botta di sinistro di Roberto Torres ristabilisce la parità. Poi Montoya sale sulla giostra del gol e realizza il 3-2. La rete del definitivo 3-3 porta la firma di Clerc, ma poco prima è decisivo l'errore dal dischetto di Parejo.

Primo tempo

Subito fuochi d’artificio: dopo appena due minuti il Valencia è già avanti grazie al sinistro vincente di Munir, che indirizza al meglio il cross di Guilherme Siqueira. L’Osasuna, però, non si demoralizza e al 7' pareggia con Oriol Riera che, da posizione ravvicinatissima, non può sbagliare. Al 14' Munir libera il mancino: la sfera termina alta non di molto. Passano tre minuti e Sergio León spreca una grandissima occasione sparando alto con il sinistro sul traversone di Clerc. Al 23' Santi Mina batte un calcio di punizione scodellando al centro dell’aria di rigore: nessuno tocca e la sfera scivola pericolosamente sul fondo. Ottima occasione per Rodrigo al 33': l’attaccante riceve la sfera quasi all’interno dell’area piccola ma la sua girata di destro è completamente fuori bersaglio. Il primo tempo si conclude con il Valencia che si riporta avanti grazie al clamoroso autogol di Oriol Riera che, sugli sviluppi di un calcio d’angolo, devia di testa nella propria porta.

Secondo tempo

Al 49' Roberto Torres va via sulla sinistra e calcia con il sinistro angolando molto bene il tiro: Diego Alves, con un grande intervento, si rifugia in calcio d’angolo. I padroni di casa continuano a spingere e, al 52', arrivano al tiro con Alex Berenguer. La sua conclusione è potente ma non precisa. I padroni di casa riportano in parità le sorti dell’incontro al minuto 62, quando Roberto Torres raccoglie una corta respinta al limite dell’area di rigore e prova il destro: il primo tentativo è rimpallato ma il sinistro successivo è una sventola imprendibile per Diego Alves.  Il Valencia non si disunisce e, al 73', grazie a una splendida azione corale, il pallone arriva a Martín Montoya che a tu per tu con il portiere non sbaglia e insacca il 3-2. Il Valencia potrebbe scrivere la parola fine alla partita all’85', quando Santi Mina viene affossato in area di rigore da Iván Márquez e l’arbitro concede il penalty. Dal dischetto si presenta Daniel Parejo che calcia in maniera fiacca permettendo a Mario Fernández di vestire i panni dell'eroe. Tutto l’orgoglio dell’Osasuna esce fuori al 92', quando Carlos Clerc sigla il definitivo 3-3 con un sinistro preciso. Con questo pareggio il Valencia sale a 13 punti, con una sfida da recuperare (contro il Real Madrid). L’Osasuna, invece, sale a 8 punti ma è sempre ultimo in classifica.

Share

Vota

Commenta

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Leggi di più.