Italiani d'Eurolega: Datome respinge Milano, altra doppia doppia per Melli

Il capitano azzurro segna 17 punti e condanna l'EA7 alla nona sconfitta consecutiva. Debutto amaro per Gentile col Pana. Melli abbatte il Barça. Si è rivisto Bargnani.

149 condivisioni 0 commenti 0 stelle

di

Share

Il sedicesimo turno di Eurolega sorride a 3 italiani su 4. Vincono Melli, Datome e Bargnani, rispettivamente contro Barcellona, Milano e Unics Kazan. Se quella del Mago la si può definire una semplice "apparizione" che ne segna il ritorno in campo dopo diverse giornate di assenza, quelle di Datome e Melli invece sono state partite da protagonisti. L'unico che chiude la giornata senza sorriso, purtroppo, è Alessandro Gentile. L'ex capitano dell'Olimpia e il Panathinaikos si devono arrendere nel derby con l'Olympiacos dell'infortunato Daniel Hackett. Ma andiamo a vedere più da vicino le prestazioni degli italiani d'Eurolega.

Nicolò Melli (Bamberg)

Nicolò Melli inchioda al ferro

Il Bamberg travolge il Barcellona 85-65 e conquista la terza vittoria consecutiva, la quinta nelle ultime sei partite. Ennesima partita da fenomeno per l'MVP di dicembre, Nicolò Melli, che chiude il match con un mostruoso 30 di valutazione finale. Il lungo reggiano mette a segno un'altra doppia doppia, la quinta della sua stagione e guida i suoi al successo. Parte da lui il primo mini break, nel terzo periodo, che porta la squadra tedesca a toccare il +19 a 12' dalla fine. Sono infatti 9 i punti che Nik mette a segno nella terza frazione di gara. Anche nell'ultimo periodo, nel pieno del recupero del Barcellona (che tocca il -6 sul 66-60 a 5' dalla fine), è lui a riportare tranquillità e sicurezza ai tedeschi e a stoppare i catalani.

Ecco i numeri di Melli: 17 punti (8/10 da 2 e 0/2 da 3 punti), 13 rimbalzi, 1 assist, 2 palle recuperate e 1 stoppata in 34 minuti di gioco.

VOTO: 8

Andrea Bargnani (Baskonia)

Bargnani festeggia coi compagni in panchina

Il Baskonia piega agevolmente l'Unics Kazan per 102-70 e consolida il secondo posto in classifica. Dopo oltre un mese di assenza, in campo si rivede anche Andrea Bargnani. Il Mago gioca solo gli 8 minuti finali di partita, riuscendo (a partita praticamente chiusa) comunque a lasciare il segno sul match. Come ha ammesso anche coach Alonso a fine partita, quello di Andrea sarà un rientro graduale che lo riporterà (si spera) ad essere un giocatore dominante.

Bargnani ha chiuso con 8 punti (3/5 da 2 punti), 1 assist e 1 stoppata in 8 minuti.

VOTO: 6

Luigi Datome (Fenerbahce)

Ottima partita del capitano della Nazionale italiana

Il Fenerbahce batte Milano per 86-79 e torna alla vittoria dopo la sconfitta della scorsa settimana contro l'Olympiacos. Gigi Datome torna finalmente protagonista nelle fila della squadra turca. Dopo cinque partite, il capitano della Nazionale italiana chiude in doppia cifra. Sono proprio i suoi canestri (insieme a quelli dell'ex avellinese Nunnally) a condurre i turchi alla vittoria. Gigi sbaglia probabilmente qualche tiro di troppo, ma quando conta risponde sempre presente.

Alla fine, il tabellino di Datome dice: 17 punti (4/8 da 2 e 3/5 da 3 punti), 1 rimbalzo, 1 assist, 1 recupero e 1 stoppata in 27 minuti.

VOTO: 7

Alessandro Gentile (Panathinaikos)

Esordio d'Eurolega amaro per il Gentile

Il Panathinaikos perde 77-69 e si arrende per la seconda volta all'Olympiacos. Esordio d'Eurolega amaro per Alessandro Gentile con la maglia del Panathinaikos. Ale parte in quintetto, ma gioca soltanto 8 minuti. L'ex Olimpia non riesce mai a trovare la via del canestro e finisce la sua partita con un 0/5 dal campo. Si può intuire che Gentile stia ancora entrando negli ingranaggi del Pana, ma coach Pascual ha fiducia in lui e nelle sue capacità.

Gentile chiude con 0 punti (0/5 da 2 punti), 1 assist, 1 palla recuperata e 1 stoppata in 8'.

VOTO: 5

Share

Vota

Commenta

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Leggi di più.