Calciomercato: Baldé Diao Keita, la Lazio e il Milan all'orizzonte

Il futuro ds dei rossoneri Mirabelli ha messo il giovane senegalese in cima alla lista degli obiettivi. Dovrà vedersela però con Lotito, che parte da 30 milioni.

Keita Baldé Diao, attaccante esterno della Lazio e del Senegal

363 condivisioni 0 commenti 5 stelle

di

Share

Pur essendo impegnato con il suo Senegal in Coppa d'Africa, il talento classe 1995 della Lazio Baldé Diao Keita è comunque un uomo mercato. Il giovane esterno piace a tanti, la sua situazione contrattuale in scadenza a giugno 2018 e i problemi per il mancato rinnovo che la scorsa estate per poco non portavano alla rottura con la società, hanno fatto sì che molti club si siano interessati sulla sua situazione per questa sessione di calciomercato.

Lotito vuole 30 milioni

Come sempre, però, la bottega di Lotito è molto cara e poco incline ai saldi. Per cedere il suo gioiello, arrivato a Roma praticamente a costo zero nel 2011, il presidente della Lazio parte da una richiesta di 30 milioni. Trattando (ma per chiunque abbia intenzione di provarci servirà tanta pazienza e determinazione) si può arrivare anche a 25. Il Milan ci sta facendo più di un pensierino, il futuro direttore sportivo Massimiliano Mirabelli stravede per l'ex canterano del Barcellona e lo prenderebbe ben volentieri per arricchire il reparto offensivo di Vincenzo Montella.

Discorso per l'estate

Difficile che l'eventuale operazione possa concretizzarsi già nella finestra di mercato di gennaio, più probabile che i rossoneri si facciano avanti la prossima estate. In quel caso anche le pretese di Lotito potrebbero sensibilmente abbassarsi (ma non è così scontato) e il club biancoceleste avrebbe più tempo per cercare un sostituto all'altezza. E il ds Tare intanto si è già messo al lavoro, sondando il terreno per El Ghazi dell'Ajax con il suo agente Jorge Mendes.

Share

Vota

Commenta

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Leggi di più.