Formula 1, Ecclestone e la Ferrari: "Non vince perché ci sono troppi italiani"

Il boss del Circus scagiona Vettel e punta il dito sull'italianità della scuderia di Maranello. Per il 2017 vota ancora Mercedes: "Sono i favoriti". E Rosberg intanto guida la Rossa...

Immagine di Ecclestone e Vettel

431 condivisioni 0 commenti 0 stelle

di

Share

Il problema di una Ferrari non competitiva è Sebastian Vettel? Difficile pensarla così, eppure qualcuno lo fa. In attesa di presentare la nuova monoposto per la stagione 2017, evento fissato per il 24 febbraio, Bernie Ecclestone è tornato a parlare della scuderia di Maranello scagionando (semmai ce ne fosse bisogno) il pilota tedesco. A Sport Bild il patron della Formula 1 ha ammesso chiaramente:

Non è colpa sua se non vince, dipende dalla macchina, dalla squadra. La Ferrari è tornata indietro, si trova ai livelli dell’era precedente a Schumacher e Todt. Ci sono troppi italiani che ci lavorano.
Il buon Bernie pensa di aver esagerato, così corregge il tiro:
Non ho nulla contro l’Italia, assolutamente. Ma far funzionare un team di successo non è nel loro DNA. La Ferrari ha bisogno di forze fresche, e penso che Sebastian stia facendo il possibile per cercare di vincere.
Una stoccata che sicuramente non farà piacere alla Rossa, già indaffarata e preoccupata per la prossima stagione, intenta a cercare alternative valide per spezzare l’egemonia Mercedes. Il boss poi continua:
Vettel vuole la Ferrari e cercherà di avere successo. Tuttavia dico che il motore Mercedes sarà ancora il migliore e questo è di nuovo un vantaggio notevole. L’equilibrio potrà essere raggiunto solo mettendo nuove regole sui propulsori, per questo cercheremo di trovare una soluzione il prima possibile.

Schermaglie

In realtà la stagione è già iniziata, per ora solo ai box però. Si è combattuto sulla sospensione idraulica usata da Mercedes e Red Bull, non dalla Ferrari. Da Maranello hanno chiesto alla Fia di indagare su questo particolare usato dai due team già nel 2016. Così la Federazione ha fermato tutto, vietando l’adozione di sistemi in grado di variare l’altezza della vettura, dunque dell’aerodinamica. E siamo solo all’inizio…

Questione di gusti

E Nico Rosberg cosa fa? Si riposa nella sua Montecarlo e non solo. L’hanno beccato fare benzina alla sua Ferrari ‘La Ferrari’, super car a tiratura limitata da quasi mille cavalli. E indosso portava una felpa Mercedes. Un siparietto curioso e simpatico del Campione del Mondo, che dopo il titolo ha annunciato il ritiro. Ora sì che può guidare qualsiasi auto: i sogni d’altronde vanno assecondati.

Share

Vota

Commenta

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Leggi di più.