Olimpia Milano, tegola Sanders: 3-4 settimane di stop

Infortunatosi alla schiena nel corso del match contro lo Zalgiris, l'ex Sassari resterà fuori per circa un mese: Repesa perde momentaneamente il suo leader.

39 condivisioni 0 commenti 5 stelle

di

Share

Brutte notizie si temevano e brutte notizie sono arrivate: l’Olimpia Milano dovrà fare a meno di Rakim Sanders per almeno 3-4 settimane. L’ala americana, infortunatasi alla schiena nel corso della gara contro lo Zalgiris Kaunas, non potrà così scendere in campo per quasi un mese, saltando diverse, importanti sfide di Eurolega per la sua EA7. Ecco il bollettino medico con cui la società biancorossa ha comunicato le definitive novità sulle condizioni dell’ex Dinamo Sassari e Bamberg:

Rakim Sanders, in volo in contropiede nella gara di ieri per la giocata più spettacolare del match

La Pallacanestro Olimpia EA7 Emporio Armani Milano comunica che il giocatore Rakim Sanders, nel corso della gara con lo Zalgiris Kaunas, ha riportato una lesione distrattiva del muscolo obliquo sinistro. Il giocatore ha già avviato la terapia riabilitativa. I tempi per il ritorno in campo sono stimati in 3-4 settimane.

Artefice della rimonta poi resa vana dalle triple di Milaknis e dello Zalgiris nel 4° periodo, Sanders non scenderà in campo nel prossimo mese di gennaio, rinunciando così a vivere da protagonista le sfide contro Fenerbahçe, CSKA, Galatasaray, Olympiacos e Real Madrid in Eurolega e le gare di campionato contro Pesaro, Cantù, Capo d'Orlando ed Avellino, puntando al pieno recupero per le Final Eight di Coppa Italia di Bologna al via il 17 febbraio.

Sanders ieri si è fatto sentire con una gran prova difensiva

Una perdita grave, per Jasmin Repesa, costretto a fare a meno del grande peso portato sui due lati del campo dal suo numero 21, autore contro lo Zalgiris di una prova da 15 punti e miglior realizzatore della squadra a quota 14.4 punti per gara: per un Kruno Simon sulla via del recupero, vittima anch’esso di problemi alla schiena, un Sanders in meno a disposizione. Di fronte ad una conclusione di 2016 da dimenticare, tra pochissimi risultati positivi e una fortuna il cui sguardo sembra essere decisamente lontano da casa Olimpia.

Share

Vota

Commenta

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Leggi di più.