Formula 1, Massa ci ripensa: tornerà a correre con la Williams

Dopo l'annuncio del ritiro dalle corse, il pilota brasiliano ha accettato il volante lasciato libero da Bottas: si attende l'ufficialità. E continua il valzer degli uomini ai box.

335 condivisioni 0 commenti 0 stelle

di

Share

Ma quale addio, Felipe Massa è pronto già a tornare al volante della Williams. Ci ha ripensato il brasiliano, dopo la stagione appena conclusa aveva deciso di non correre più. Poi l’amore per la Formula 1, la corte della Williams, uno stipendio da capogiro, l’hanno fatto tornare sui suoi passi. A breve l’ufficialità, ma ormai non ci sono più dubbi: Felipe correrà ancora.

Sedile che va, sedile che viene

Le lacrime, la bandiera del Brasile, l’ultima corsa ad Abu Dhabi. Così l’ex pilota della Ferrari ha salutato il Circus. E poi? L’addio di Nico Rosberg ha scosso tutto l’ambiente. In casa Mercedes si è liberato un posto, sarà di Valtteri Bottas che così saluta la Williams. La casa britannica si è messa subito alla ricerca di un pilota esperto da affiancare a Lance Stroll, 18enne canadese nuova promessa del volante. Il dito è ricaduto su Massa, in vacanza con il corpo ma con la mente sempre rivolta alla Formula 1. La chiamata è arrivata, arricchita anche da un contratto di un solo anno da 6 milioni di euro, 2 in più dell’ultimo. Un’offerta difficile da rifiutare.

Cambiamenti

La Williams riparte dall’esperienza di Massa e dalla nuova verve di Stroll. Ma nel team di Grove si cambia anche nei piani alti: via il direttore tecnico Pat Symonds, spazio a Paddy Love in uscita dalla Mercedes. E alla Stella già c’è James Allison, ex Ferrari: un effetto domino che potrebbe portare tante novità nella prossima stagione.
E per Bottas in Mercedes, anche qui ormai si attende solo l’ufficialità. Si chiude così un 2016 ricco di emozioni sull'asfalto, di colpi di scena fuori, di movimenti di mercato. Poi da gennaio si accendono i motori per fare davvero sul serio, ma in pista.

Share

Vota

Commenta

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Leggi di più.